La funzione SWITCH in Excel 

 Febbraio 29, 2024

By  Damiano Causale

In questo articolo voglio mostrarti come utilizzare la funzione SWITCH Excel.

La funzione SWITCH è disponibile dalla versione 2019 e rappresenta una alternativa alle seguenti funzioni:

La funzione SWITCH Excel ti consente di valutare un’espressione rispetto ad un elenco di valori e ti restituisce il risultato associato al primo valore corrispondente. Se non trova alcuna corrispondenza, la funzione SWITCH restituisce un valore predefinito facoltativo.

Prima di passare alla pratica vediamo quali sono gli argomenti di questa funzione.

La sintassi della funzione SWITCH Excel

Prima di analizzare la sintassi della funzione, vorrei farti notare un piccolo dettaglio. Il nome della funzione SWITCH non è stato tradotto nella versione italiana, al contrario di tutte le altre funzioni di Excel.

Ecco gli argomenti della funzione:

  • Espressione (argomento obbligatorio): è l’elemento da valutare. Può essere un riferimento di cella, una formula, un numero, una data, un testo, che verrà confrontato con i relativi valori presenti negli altri argomenti (Valore1, Valore2, Valore3 …).
  • Valore1 (argomento obbligatorio): è il valore da confrontare con l’espressione (riferimento di cella, numero, data, testo).
  • Risultato1 (argomento obbligatorio): è un risultato da restituire se il Valore1 associato corrisponde con l'argomento Espressione.
  • Predefinito_o_valore2 (argomento facoltativo): è il valore che verrà restituito se non viene rilevata alcuna corrispondenza nelle espressioni.

La funzione SWITCH può gestire fino a 126 coppie di valori e risultati. L'ultimo argomento è un valore facoltativo che viene restituito quando non viene trovata alcuna corrispondenza.

Se non viene specificato un argomento predefinito e non viene riscontrata alcuna corrispondenza di valori, la funzione SWITCH restituisce l'errore #N/D!.

Come utilizzare la funzione SWITCH Excel

Ecco un primo semplice esempio di utilizzo della funzione SWITCH Excel.

Nell'esempio che ti propongo, vogliamo attribuire a ciascun Codice (1, 2, 3) il relativo Livello (Base, Intermedio, Avanzato).

Per far questo inseriamo nella cella D5 la seguente funzione:

In questo caso l’argomento da verificare espressione è di tipo numerico ed è rappresentato dal contenuto della cella C5. Mentre l’argomento predefinito è la scritta "Non definito".

Questa scritta verrà mostrata se il valore del Codice non trova corrispondenza con il relativo Livello.

In corrispondenza della cella C11 è stato inserito il valore 5. Poiché questo valore non trova corrispondenza viene restituito il testo "Non definito".

In questo secondo esempio ti mostrerò come utilizzare la funzione SWITCH con un'espressione di tipo testuale.

In questo caso, vogliamo attribuire a ciascun livello il relativo codice. Pertanto, come anticipato, l’argomento espressione sarà un testo.

Inseriamo nella cella D5 la seguente funzione:

Come mostrato nel primo esempio, nella cella C5 è presente l'espressione da verificare mentre l'argomento predefinito, è il testo" Non definito".

Anche in questo caso, la scritta "Non definito" comparirà nella cella D11 poiché nella cella C11 è stato inserito il valore 5 e questo valore non trova alcuna corrispondenza.

La funzione SWITCH a confronto

Vediamo ora alcuni confronti tra la funzione SWITCH Excel e le altre funzioni.

A differenza alla funzione SE, la funzione SWITCH (così come pure la funzione PIÙ.SE) consente di testare più di una condizione senza la necessità di nidificare più funzioni SE in un'unica formula. Pertanto, rispetto alla funzione SE, la funzione SWITCH rende più semplice sia la scrittura che la lettura di una formula con molte condizioni.

Un vantaggio della funzione SWITCH rispetto alla funzione PIÙ.SE è che l'espressione appare solo una volta e non è necessario ripeterla.

Lo svantaggio è che la funzione SWITCH si limita alla corrispondenza esatta. Purtroppo, essa non ammette l’utilizzo degli operatori di confronto come il maggiore (>) o il minore (<). Mentre, al contrario, con la funzione PIÙ.SE è possibile utilizzare gli operatori logici.

Rispetto alla funzione SCEGLI, l'argomento espressione della funzione SWITCH non deve essere necessariamente un indice numerico ma, ad esempio, può essere anche un testo.

Tuttavia, nella funzione SWITCH devono essere definite le corrispondenze fra il valore e il risultato. Mentre nella funzione SCEGLI le corrispondenze sono sottointese in quanto vengono comparate con un indice in base all'ordine.

Sebbene la lettura e la scrittura della funzione SCEGLI risultano più semplici, quest’ultima non può restituire un valore predefinito quando non viene trovata alcuna corrispondenza. In questo caso viene mostrato l’errore #VALORE!.

Per questa ragione, è necessario utilizzarla assieme alla funzione SE.ERRORE.

Infine, dai uno sguardo a questo video per un confronto più dettagliato tra la funzione SWITCH e le altre funzioni (in particolare con la funzione CERCA.VERT).

Potrebbe interessarti anche i seguenti articoli:

Vuoi acquisire delle solide basi e la piena autonomia nell'utilizzo di Excel?

Se desideri imparare a usare Excel in modo professionale, ho i corsi che potrebbero fare al caso tuo.

Visita l’area dedicata ai corsi online di Excel per tutti.

Damiano Causale


Mi chiamo Damiano Causale, istruttore Microsoft certificato, per lavoro aiuto aziende e privati nell'utilizzo di Excel.

Damiano Causale

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con un asterisco (*).

{"email":"Email address invalid","url":"Website address invalid","required":"Required field missing"}